Renato Grieco, Composizione di retorica, A Cielo Aperto 2018
 

 

L’Associazione Culturale Vincenzo De Luca, nell’ambito di A Cielo Aperto, presenta
knn (Renato Grieco), musicista elettroacustico e compositore, che inaugura un nuovo  progetto sulla performance sonora a cura di Giuseppe Giacoia.
Il concerto dal titolo Composizione di retorica è un lavoro ispirato al volume Composition de réthorique, stampato da Tristano Martinelli in singola copia nel 1601; si tratta di circa settanta pagine, la maggior parte delle quali non stampate, in cui alcuni personaggi della commedia dell'arte vengono presentati in una lingua incomprensibile: miscuglio di latino, volgare, francese e spagnolo, con una forte connotazione comico grottesca. Così come l'Arlecchino si prende gioco della lingua e della narrazione, in Composizione di retorica lo strumento si fa libro bianco, all'interno del quale sfilano delle maschere archetipiche estratte da un archivio enorme e manipolate in tempo reale, attraverso l'uso dei nastri magnetici, di microfoni e di dispositivi elettroacustici.
I suoni “migrando nelle macchine” si rincorrono nello spazio della diffusione, in cui tutti, pubblico e performer, sono immersi allo stesso modo. I francesi chiamano questo tipo di concerto “cinema pour l’oreille”, ovvero, cinema per l’orecchio, una forma di performance artistica che permette allo spettatore di perdersi nella musica, di chiudere gli occhi e sentire le note nel profondo. A questo proposito, knn (Renato Grieco) esplicita questo concetto: “La musica è più simile a un film che a un concerto, in qualche modo il mio lavoro è più simile a quello di un proiezionista”. Il nastro magnetico è rielaborato in un processo di montaggio e mixaggio analogo a quello cinematografico: taglio e riassemblaggio del nastro, scorrimento a velocità variabile, ripetizione e inversione dei frammenti. Difatti, Composizione di retorica, avvienefondendo il dialetto vernacolare e quello della musique concrète, permeato però di incursioni laterali che attraversano tutta la musica e un’infinità di sonorità acustiche non esclusivamente "musicali". L'improvvisazione restituisce al performer la sorpresa, scoprendo i suoni assieme al pubblico. Suoni, memorie sepolte, intense esperienze psicoacustiche e architettura del suono sono “giostrati” con ironia caustica e poetica.

KNN, Composizione di retorica
concerto
21 agosto 2018, ore 22.30
via XX Settembre (zona Castello), Latronico

Biografie

knn
knn è Renato Grieco, musicista elettroacustico e compositore nato nel 1991 a Napoli.
Cresciuto con una solida formazione classica, fin da molto giovane intraprende studi di contrabbasso, composizione e improvvisazione. La sua poetica indaga e mette in relazione diverse esperienze acustiche non legate necessariamente al suono/musica: contorto cinema per le orecchie collide con la power electronics e il riduzionismo strumentale; dialogo muto tra realtà e rappresentazione, suono site specific e nichilismo grottesco, rigida premeditazione e forma aperta.
Attivo dal 2012 nella ricerca elettroacustica e nel 2015 studente della classe di musica elettronica del conservatorio di San Pietro a Majella.
Attualmente coinvolto nel duo di improvvisazione elettroacustica les énervés e collabora stabilmente con il clarinettista francese Xavier Charles e con il percussionista Riccardo La Foresta. Nel quartetto di registratori a bobine Ritorna, assieme a Giulio Nocera, SEC_eValerio Tricoli, e nel duo double gootcher shop, assieme al poeta e artista australiano Matthew P. Hopkins.
Si è esibito in Italia, Francia, Svizzera, Inghilterra, Germania, Olanda, Belgio, Norvegia, Slovenia, Polonia, Grecia, Turchia, Russia in festival e venue come:
Cafè Oto (Londra); Saturnalia (Milano); Museo граунд (Mosca); A.I.D. (Istanbul); MU (Cesena); Zavod Sploh (Lubjana); Syros Sound Meeting (Syros), Museo Herman Nitsch (Napoli); PAN (Napoli); Flussi festival (Avellino); fondazione Lac O Lemon (San Cesario di Lecce).
In aggiunta alla sua attività di musicista è organizzatore e promotore del festival La Digestion, assieme a Giulio Nocera, SEC_ e l’artista Andrea Bolognino.
Lavora come fonico di presa diretta freelance e fonico di sala presso il KU studio.
Inoltre, ha collaborato con i musicisti: Elio Martusciello, Eks, Francesco Gregoretti, Mario Gabola, Giovanni Lami, Ensemble Dissonanzen, Evan Parker, Michel Doneda, Olivier Di Placido, Carl Ludwig Hübsch.
http://rongrieco.tumblr.com/ 

Associazione Culturale Vincenzo De Luca
L’Associazione Culturale Vincenzo De Luca si costituisce nel 2005 a Latronico, in Basilicata. Ha promosso, autofinanziandosi, il progetto A Cielo Aperto, un’occasione per fare il punto sul senso e sui possibili sviluppi dell’arte in relazione a un contesto locale e alle sue specificità. La progettualità praticata nei laboratori è stata un elemento fondamentale per il dialogo e il coinvolgimento dei cittadini. La politica culturale messa in atto si inserisce nel dibattito in corso sull’arte contemporanea, per lo sviluppo di un localismo consapevole, da cui far emergere storia, forme materiali e simboliche che accrescano il valore di spazio e luogo pubblico.

info
Associazione culturale Vincenzo De Luca
Vico Settembrini 2 – Latronico (PZ)
Tel 0973 858896, cell. 339 7738963
associazionevincenzodeluca@gmail.com

www.associazionevincenzodeluca.com
 
 

 
 

Associazione Culturale Vincenzo De Luca
L’Associazione Culturale Vincenzo De Luca si costituisce nel 2005 a Latronico, in Basilicata. Ha promosso, autofinanziandosi, il progetto A Cielo Aperto, un’occasione per fare il punto sul senso e sui possibili sviluppi dell’arte in relazione a un contesto locale e alle sue specificità. La progettualità praticata nei laboratori è stata un elemento fondamentale per il dialogo e il coinvolgimento dei cittadini. La politica culturale messa in atto si inserisce nel dibattito in corso sull’arte contemporanea, per lo sviluppo di un localismo consapevole, da cui far emergere storia, forme materiali e simboliche che accrescano il valore di spazio e luogo pubblico.